Luna, Movimenti celesti

Luna e Chirone con Venere: sentirsi in pace

albero genealogico astrale

Cari Amici, ci stiamo avviando con cautela verso il 7 agosto, momento di Plenilunio in Acquario, accompagnato da una parziale eclisse di Luna, ma ne parlerò nella mia newsletter che uscirà a giorni , se la vuoi leggere  puoi iscriverti Iscrizione alla newsletter. 

Tutti i giorni ho l’abitudine di aprire le effemeridi al mattino ed esplorare le energie che i pianeti ci propongono, oggi desidero condividere con voi le mie consapevolezze su un aspetto preciso che sta avvenendo proprio in queste ore: Luna e Chirone in perfetto trigono tra Scorpione e Pesci, a 28° e contestuale ingresso, da ieri, di Venere in Cancro, si forma quindi con Venere anche un aspetto di Quinconce.

In queste ore è quindi possibile ricontattare in maniera sottile alcune profonde ferite di inadeguatezza e di avvilimento. Dico avvilimento, perchè si tratta di un sottile sfondo di malinconia, una frustrazione che razionalmente non ha spiegazione. E’ solo un passaggio, qualche ora, ma basta a riconnetterci con un flusso di emozioni particolare, indefinibile a parole, a livello personale la configurazione Luna/Venere in Quinconce è presente nel mio tema natale e si è attivata.

Certo, l’attivazione dall’esterno è da noi co-creata per contattare questo mondo sconosciuto, può bastare una parola, un’espressione nel volto dell’Altro; non sono necessarie parole, anzi, il tutto avviene su un puro piano di percezione filtrata ovviamente dalle memorie inconsce di Luna. E allora dal nulla, improvvisamente emerge alla coscienza una strana sensazione che ci riporta all’infanzia o addirittura a ciò che in questa vita abbiamo portato come bagaglio d’anima.

Può esserci dietro un antico desiderio di essere visti, amati e riconosciuti per quello che si è, al di là delle proprie imperfezioni, reali o percepite. Ecco, allora si torna nella memoria del passato a pescare tutte le situazioni affettive in cui si è cresciuti interiormente, ma delle quali una piccola parte interiore non ha sanato e ri-armonizzato il senso di solitudine (bastano trasmissioni come “Temptation Island” per attivare tali ricordi  😉 , Uomini e Donne invece rafforza l’Autostima ❤ ).

Mercurio, dalla Vergine, favorisce il processo di razionalizzazione, ma non lenisce questo senso di vuoto, certo Saturno e Lilith congiunti ( e quadrati al mio Sole di nascita) spingono verso l’introiezione dell’apprendimento . E’ come se parte dell’insegnamento affettivo racchiuso in tali esperienze non fosse ancora fruibile chiaramente alla coscienza, allora emerge la necessità di trasformare in carburante attivo ciò che ancora giace inutilizzato e ci si chiede: “COSA HAI IMPARATO?”. E certo per chi (senza fare nomi 😉 ), possiede un megastellium Vergine e una Luna in Capricorno, il processo può essere una bella sfida!

Tuttavia nelle mie ultime due Rivoluzioni Solari, l’Ascendente di Rivoluzione cadeva nella prima in Pesci e la prossima volta in Cancro, perciò si fa pace col mondo emotivo e, anzi, si esplora una modalità nuova, per cui nessuno più riconosce questa sovrabbondanza originaria di Elemento Terra ❤ .

Venere in Cancro per me rappresenta Amore e Dolcezza, e l’imparare dall’aspetto di sfida con Luna e Chirone, a vincere quella sottile diffidenza che mi ha accompagnato negli ultimi anni, in cui, per scelta d’anima, ho voluto crescere ed evolvere senza un compagno al mio fianco.

Soprattutto noi donne (l’ho riscontrato anche in preziose amiche) abbiamo il mito della ricerca di un compagno e preferiamo a volte rammaricarci per non essere riuscite a trovarlo da anni che ammettere che, molto semplicemente, abbiamo preferito percorrere un pezzo di strada in libertà per  ritrovare il significato della nostra Autenticità e l’Accoglienza di noi stesse.

Cambia moltissimo tra il sentirsi incapaci di costruire una relazione affettiva e vibrare quindi in una frequenza di inadeguatezza, e, invece, riappropriarsi del proprio Potere Personale e della Responsabilità della propria vita dicendo : ” Ho voluto percorrere un pezzo della mia vita abbracciando me stessa e conoscendomi per ciò che sono”.

Sintonizzandosi su una vibrazione in cui tutto è possibile a livello di scelta, ci si sente in grado in qualsiasi momento di riaprire il proprio percorso anche ad una relazione affettiva, senza sentire di essere in ritardo e aver perso tempo.

Nel contempo sorgono almeno un altro quintale di domande e le risposte non sono così chiare ❤ ; le domande sono come le ciliegie, una tira l’altra. Nella mia virginiana mente poi trovano tutte un hotel a 5 stelle dove sistemarsi ed affollarsi in attesa di risposta.

Tutte le volte che ci accontentiamo di bricioline per essere visti, riconosciuti, approvati, torniamo ad una fase infantile o genealogica dove la nostra sopravvivenza dipendeva da questo. C’è un sottile sentirsi non accettati che si sveglia ogni qual volta prendiamo in mano le nostre vite e qualcuno ci guarda come fossimo alieni! Oppure ci sentiamo dis-allineati rispetto all’ambiente perchè siamo cambiati e ci sentiamo stranieri tra chi in teoria dovrebbe conoscerci. 

Alla base ci sono memorie familiari di emigrazioni, sradicamenti territoriali o di ogni volta che abbiamo perso il contatto con le nostre radici, anche a causa del dover forzatamente cambiare casa per motivi familiari non dipendenti dalla nostra volontà (anche se in realtà la complicità di una volontà inconscia è presente). Si fa strada in noi un senso di non appartenenza che, se da una parte, ci fa sentire interiormente soli, viene da noi co-creato per sentirci liberi da dettami e regole, NEMO PROFETA IN PATRIA, diceva mio padre, la cui linea genetica ha viaggiato tra Trieste e le isole della Dalmazia.

Dobbiamo poi fare i conti con i condizionamenti educativi o familiari che dobbiamo lasciar andare con Gratitudine per crearci una nostra linea di vita personale, finchè non lo facciamo abbiamo la sensazione di estraneità e di dover per forza far accettare agli altri la nostra natura, pena sentirci persi e non appartenenti a nulla (sfida impegnativa per l’Essere Umano che nostalgicamente vuole ricreare qui il perduto Senso di Casa).

Bene, dopo queste consapevolezze risvegliate, oggi è comunque il numero 1 di agosto (8), e tutto ciò ci porti ad una maggiore Libertà dell’Anima nella Consapevolezza ed Accettazione di Sè, vi abbraccio ❤

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...